Scritto lunedì 08 aprile 2013

In: Pratiche | Nessun Commento

Crea la Tua Visual Board

Capita a tutti di avere dei desideri e degli obiettivi e di non riuscire a realizzarli. Quando ciò accade, può essere utile porsi alcune semplici domande:  <Lo voglio davvero?>, <Ciò che ho chiesto, è in linea con chi sono e desidero?> . E’ infatti possibile che ci si ponga degli obiettivi scegliendoli con la mente, piuttosto che sulla base delle nostre reali necessità e della nostra natura più intima, separando il cuore dalla mente. Ciò rende più difficile raggiungere le mete, poiché in qualche modo il loro realizzarsi andrebbe contro la nostra natura più intima e il compito che ci siamo dati per questa vita. Quando ciò accade, un valido aiuto può veniric dall’intuito e dalla nostra naturale creatività. Ma come? Un’idea può esser costruire la propria Visual Board. Di cosa si tratta? In sostanza di un pannello, di qualsiasi materiale vogliate, su cui attaccare immagini, frasi, disegni che vi nascono dal cuore e vi fanno sentire bene. Armatevi si pazienza e capacità di ascolto e iniziate a guardarvi in giro tra riviste di vario tipo per trovare quelle immagini che vi colpiscono e portano la vostra voce interiore a dire <SI>. Sintonizzatevi con il vostro sentire più profondo, lasciando fuori da questo processo tutto ciò che pensate di dover essere e che gli altri vogliono da voi. La Visual Board deve parlarvi di cosa desiderate davvero. Facilmente vi scoprirete a scegliere delle immagini senza capirne la ragione: ricordate che possono essere facilmente dei simboli. Scegliere, per esempio, l’immagine di una donna sensuale, in completo di pizzo, può indicare la voglia di comprare un bel completino, così come sottolineare il desiderio di riconnettersi alla propria femminilità più profonda… Quindi, scegliete le immagini con la massima spontaneità, dandovi il tempo. Quando ne avrete raccolte un po’, prendete il vostro supporto e coloratelo (a meno che non abbiate scelto un cartoncino già tinteggiato) di un colore che vi fa star bene e poi attaccatevi sopra le vostre immagini. Se ne avete, scrivete le frasi che più vi hanno colpito. Create la vostra Visual Board, rendetela bella, affascinante, così che attiri il vostro sguardo. Poi, appendetela in un luogo della casa intimo, dove avete possibilità di raccogliervi e osservarla, irradiandola di amore. Fatelo tutti i giorni per qualche minuto e aspettatevi che, pian piano, alcune delle cose che avete desiderato nel creare questa opera, diventino realtà. Io l’ho fatto su suggerimento della mia allora coach e ho trovato questa pratica rilassante e davvero efficace, almeno per riorganizzare le proprie idee e rimettersi sulla giusta direzione. La cosa divertente è che la Visual Board è un work in progress: se dopo un po’ che la osservate vi venisse voglia di aggiungere delle immagini, sentitevi liberissimi di farlo! La sola regola, se così vogliamo chiamarla, è di non eliminare quello che avete già messo. Quando proprio la Visual Board dovesse smettere di “parlarvi”, sarà il momento di crearne una nuova. Tutta per voi.
Allora, buona creazione.

© 2013, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

Informazioni sull'Autore

Stefania Somarè


Eclettica, creativa, curiosa. Laureata in Scienze Biologiche, da anni mi interesso di discipline olistiche e bioenergetiche, più scientificamente basate di quanto si pensi. Sono Master ReiKi e ho arricchito la mia formazione con conoscenze proprie della Programmazione Neurolinguistica e del Life Coaching. Obiettivo: crescere e affinare la mia sensibilità e comprendere sempre meglio l’altro, per affiancarlo nella realizzazione dei SUOI propri sogni e obiettivi. Amo la pittura e la scrittura creativa e un domani mi piacerebbe fare di queste due attività una fonte di reddito, integrandoli alle terapie energetiche. Ultimamente mi sono appassionata di sciamanesimo femminile e non escludo di approfondire maggiormente quest'ambito nel prossimo futuro. Tengo inoltre corsi di erboristeria a flusso, come amo definirli, eventi in cui il tema di partenza è scusa per discutere e crescere con le persone che partecipano, fornendo le informazioni seguendo il flusso del giorno.

Scopri tutti gli articoli di:

Lascia un Commento