Scritto domenica 11 novembre 2012

In: Vivere Consapevole | 6 Commenti

L’Importanza di Vibrare Alto | I Parte

Stiamo vivendo un momento planetario straordinario. Alla soglia del Salto Quantico verso l’Ascensione, mai come oggi gli esseri umani si stanno ricordando la loro vera origine divina, la loro provenienza stellare, la realtà della loro essenza.
Ogni cosa dentro di noi sta cominciando ad intonare la stessa melodia delle galassie, allineandosi all’energia della creazione, offrendoci l’opportunità di espanderci oltre i confini limitati del conosciuto terreno.
Questo è il momento in cui le nostre ali si schiudono e Madre Terra, prendendoci per mano, ci invita a volare insieme a lei.
Tutto è iniziato un po’ di tempo fa, quando l’Universo ci ha chiesto di fare la nostra scelta. La scelta di ascendere, la scelta di riappropriarci del nostro retaggio divino, la scelta di trasformare il nostro DNA, di svestirci di questo corpo mortale tridimensionale e manifestare, finalmente dopo eoni, la nostra vera natura cosmica.
E, se è vero che chi ha scelto di ascendere nasce con questa programmazione nel proprio DNA, è altrettanto vero che, una volta in incarnazione, c’immergiamo in una griglia terrestre tridimensionale che ci riveste di grandi limiti, pesantezze e mortalità. Facciamo nostre situazioni e convinzioni che non ci appartengono, vuoi perché trasmesse dai genitori ed antenati, vuoi perché questa è la prerogativa di questo mondo illusorio.
Miliardi di anni fa, infatti, la terra è nata circondata da griglie. La griglia  attuale, quella che stiamo sperimentando noi adesso, è formata da una matrice geometrica composta esclusivamente da numeri matematici finiti. Questa particolare forma geometrica ha così creato una realtà artificiale volutamente programmata affinché noi la percepissimo caratterizzata da un Tempo finito e lineare: passato, presente e futuro.
Questa percezione illusoria del Tempo lineare, quindi, è tenuta in piedi dalla griglia terrestre che funge da “server”. Attraverso la griglia, i vari programmi del Tempo vengono inseriti come realtà olografiche.
Nel 1992 è stata definita la configurazione di una nuova griglia cristallina composta da una formazione di forma geometrica esagonale. Questa nuova griglia cristallina è basata su un sistema matematico di numeri infiniti, costruita secondo la geometria sacra e la matrice divina.
E’ li, a questa nuova griglia, che ci dobbiamo agganciare; è li che la nostra coscienza, la nostra consapevolezza, la nostra focalizzazione si devono spostare; è a quella nuova frequenza che la nostra energia deve vibrare. E’ in quella nuova realtà che dobbiamo ascendere.
E’ un processo che non può essere controllato dal piano fisico, poiché l’innalzamento alle dimensioni superiori richiede un cambiamento di coscienza. Ci si arriva grazie ad un’alta  frequenza ottenuta cominciando a vivere le nostre vite in modo tale da tenere elevato lo stato vibratorio di ogni parte del nostro essere e di tutti i nostri corpi, dal piano fisico, al mentale, a quello emozionale ed energetico…
Nell’Interview (colloquio privato) che ebbi nel 2002, Sai Baba disse: “La Nuova Era sta arrivando… molto presto. Tuttavia essa in qualche modo è già qui, presente sul pianeta come dimensione parallela; quindi, coloro che vogliono sintonizzarsi con essa, nel loro cuore possono già farlo”.
… creando così, anche esteriormente, una realtà diversa e già in sintonia con le nuove energie, aggiungo io.
In quel momento Baba, con parole semplici, ci stava indicando l’esistenza delle due griglie, quella di terza e quella di quinta dimensione, entrambe presenti contemporaneamente sul pianeta, spiegandoci che focalizzarci e sintonizzarci su una griglia piuttosto che sull’altra, dipendeva dalla nostra scelta. Come quando ci sintonizziamo su un programma radiofonico piuttosto che su un altro.
E’ nostro compito, quindi, fare consapevolmente le scelte necessarie per vibrare sempre più velocemente, mantenendo alta la nostra energia e la nostra consapevolezza, non solo per noi stessi, ma anche per aiutare gli altri ad uscire dall’illusione di questo ologramma che confondiamo con “realtà”, una realtà fittizia che in India chiamano “maya”, ossia illusione.
Ci siamo mai chiesti perché i Maya conteggiavano il tempo utilizzando un calendario diverso da quello gregoriano usato dal mondo occidentale? Perché loro erano sintonizzati con una griglia diversa da quella del tempo lineare, ossia la griglia caratterizzata dal tempo circolare, il tempo galattico. La stessa cosa viene fatta in India utilizzando il calendario lunare.
Mantenere una coscienza elevata richiede un serio lavoro su se stessi, consapevolezza, centratura e pulizia energetica. Ma… da dove si comincia? Dalla nostra quotidianità, dalla vita di tutti i giorni e dalle scelte che in ogni momento siamo chiamati a compiere.
Nei prossimi articoli, vedremo alcuni punti importanti da tenere in considerazione per facilitare questa evoluzione.
Luce, Pace e Amore.

Om Sai Ram
Barbara Aurelsai Lucini

© 2012 – 2014, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

Informazioni sull'Autore

Redazione di Quantic Magazine


Quantic Magazine è una rivista on line, un punto di ritrovo, una community completamente dedicata alla crescita ed evoluzione dell’individuo.Visitando Quantic Magazine potrai trovare articoli esclusivi, informazioni dal mondo dell’invisibile, dalla Fisica Quantistica alle ultime Tecnologie per l’evoluzione. Ma anche Ambiente, Bambini, Pratiche, Le Nuove Leggi, Alimentazione, Cambiamento, Consapevolezza, Miti, Tradizioni, Simbologie, Eventi, Libri e tanto altro! seguici anche su Facebook e twitter - @quanticMag

Scopri tutti gli articoli di:

Lascia un Commento


Bruna Prema Joty ha detto:

Con questo articolo rendi chiaro, con semplici parole, ciò che a molti di noi sta accadendo.
A volte ci connettiamo con la nuova griglia, vibrando in 5^ D., a volte ridiscendiamo in 3^ D. ritrovando la pesantezza di un’altra “realtà”.
Grazie per tutto ciò che fai, hai fatto e farai per la divulgazione della Conoscenza.

Moira ha detto:

Direi che questo non e’ solo un articolo che arriva alla mente, passa dalla mente e rimane alla mente.
Queste parole dettate da conoscenza, esperienza e amore sono vere proprie attivazioni che vanno ad attivare tutti vari i livelli del nostro essere. Alla fine dell’articolo non si e’ piu’ la persona che ha iniziato a leggere. I concetti sono espressi con estrema chiarezza e arrivano direttamente al cuore.
Grazie per condividere, e per fare parte attiva e integrante di questa evoluzione planetaria collettiva che ci sta portando ad una coscienza di unita’.

Laura ha detto:

Dai, vai avanti, non vedo l’ora di leggere il seguito…

Orianasurya ha detto:

Barbara e la sua conoscenza illuminata da Swami: che regalo immenso del Cosmo!

Daria ha detto:

Ciao cara, è sempre bello leggerti!

Bellissimo articolo. E’ un tipo di divulgazione di cui l’umanità ha tanto bisogno