Scritto sabato 21 gennaio 2017

In: Pratiche | Nessun Commento

La tecnica della Meditazione Galattica di Lenny Rossolovski

Nella vita quotidiana siamo sempre impegnati a risolvere i vari problemi, e la maggioranza di noi non ha tempo per fermarsi e unirsi all’Eternità, per scoprire un’altra realtà.

Ma si può farlo in pochi minuti, e lo può fare chiunque, senza nessuna preparazione. Servendovi di questa semplice tecnica potrete toccare un’altra realtà.

Siamo chiusi nel guscio del nostro egoismo, siamo troppo occupati del nostro essere e dei nostri problemi.

La meditazione galattica è il modo per riposare “da noi stessi”

Guida alla Meditazione Galattica

Sedetevi comodi, chiudendo gli occhi. Respirate con calma. Concentratevi sulla respirazione, tutta la vostra attenzione sia concentrata sulla respirazione. Dopo esservi rilassati, immaginate di cominciare a salire in alto.

State ascendendo sempre più in alto, siete già a un centinaio di metri dalla Terra, a un chilometro, a due, a tre chilometri, e vedete la Terra come un bel globo sotto i vostri piedi.

Vedete una piattaforma, lassù, galleggia nello spazio, aspettandovi.

Al posto della piattaforma potete immaginare una sfera, una navicella spaziale, qualsiasi cosa che vi suggerisce la vostra immaginazione. E’ un mondo protetto e lì state bene. Vi sedete su questa piattaforma, a diverse centinaia di chilometri dalla Terra e state galleggiando nel Cosmo.

Ora dimenticate chi siete e come vi chiamate. Se ora vi chiedessero chi siete e qual è il vostro nome, avreste difficoltà a rispondere. Cercate di convincervene.

E’ molto importante perché il vostro nome vi collega con la Terra e con il mondo in cui vivete. Per un po’ di tempo, dimenticatelo.

Cominciate a sentire il calore nella zona del plesso solare. Sentite un fuoco debole, molto piacevole, vi riscalda dall’interno. Concentratevi su di esso per alcuni minuti e seguite il vostro respiro (è molto importante). Tutta la vostra attenzione è concentrata sul respiro e su come questo è connesso con una fonte di calore dentro di voi.

Ritornate alla sfera luminosa che si trova nel vostro plesso solare.

Tendete mentalmente un filo sottile da questa sfera verso il Sole. Ora non siete più isolati: il vostro respiro è collegato a questo filo; vedete le sue pulsazioni, vedete come corre verso di voi l’energia solare, vi state scambiando l’energia con il Sole.

Dentro questo filo si vedono chiaramente due correnti: quella più scura esce da voi e va verso il sole, e verso di voi ritorna l’energia pulita, solare.

La quantità di questa energia solare aumenta, dovete condividerla.

Tendete mentalmente altri fili: verso la Luna, Marte, Giove; fino a che tutti i pianeti sono collegati a voi tramite questi fili.

L’ultimo filo vi collegherà con la Terra.

Non è un semplice filo; scendendo verso la Terra, si dirama in milioni di altri fili, quelli che vanno verso gli altri esseri viventi che abitano il nostro pianeta.

Vedete che il globo terrestre è coperto di milioni e miliardi di questi fili che poi si uniscono in uno solo, quello che si trova dentro di vi ed esce dalla sfera calda nel vostro plesso solare.

Fate un’altra pausa. Concentratevi di nuovo sulla respirazione, continuando a tenere i fili che escono dal profondo del vostro corpo. Lungo i fili scorre l’energia e voi siete il centro di questo processo. I fili possono essere di colore diverso.

Ora passiamo alla cosa più importante, alla liberazione dal vostro IO.

L’energia che passa dentro di voi aumenta, vi scalda sempre di più. La sfera dentro di voi cresce, vi riempie completamente assumendo i lineamenti del vostro corpo. Ha un piacevole colore azzurro. Il vostro corpo è piacevolmente caldo.

Ora vedetevi coperti di una crosta d’argilla: è la vostra vita terrena, tutto ciò che si è incrostato sulla vostra anima in questi anni terrestri.

Sono le vostre sofferenze, i problemi, il vostro nome terrestre ed altro. E’ una crosta dura e ruvida. Dovete liberarvene. Immaginate che si riscaldi e si apra in tante crepe, attraverso le quali si vede una luce azzurra.

Le crepe si allargano ed ecco!

La crosta comincia a rompersi e i suoi pezzi se ne vanno nello spazio. E’ un processo molto lento.

Seguite il respiro e vedete la crosta staccarsi e volare via. Dopo alcuni minuti (non abbiate fretta, questo può durare un minuto, due, ma anche venti minuti) vi libererete completamente di tutto, dimenticando il vostro nome e tutte le cose terrene.

Ora siete uno Spirito Puro,  libero e pulsante, collegato con decine di fili con i pianeti del sistema solare.

Il viaggio verso il centro della Galassia

E ora ci aspetta la cosa più bella – il viaggio verso il centro della Galassia – ma farete questo passo solo quando comincerete a trattenere facilmente questa immagine e sarete liberi dalle tensioni.

Guardate con gli occhi della mente il centro della nostra Galassia. Immaginate questo centro e tendete verso di esso un filo, di colore diverso dagli altri colori.

Ora siete tuttuno con il mondo che vi circonda. Lungo questo filo a voi arriveranno le conoscenze e l’informazione su tutto ciò che succede nell’Universo.

Avvertite l’energia che vi riempie. La vostra piattaforma comincia a muoversi – siete voi che la guidate. Andate avanti e indietro, a destra e a sinistra. Cercate di trattenere tutti i vostri fili.

E ora… via! Su! Volate, fate un giro per il sistema solare. Quando sentirete la gioia che vi darà il viaggio, tornate sull’orbita terrestre. Mantenendo il sentimento della vera felicità, scendete sulla Terra, tornate nella vostra stanza. Aprite gli occhi e guardate intorno.

E ora – importante – ora che siete tornati alle vostre occupazioni, non staccatevi dai vostri fili. Di tanto in tanto sentite che i vostri collegamenti sono con voi. In qualsiasi momento potrete avvertire la vostra connessione con la Galassia.

Ora che state facendo le solite cose, immaginate ogni tanto che sull’orbita terrestre vi aspetta questa piattaforma comoda, confortevole, eterna. Potere tornarci quando volete, unirvi con il Cosmo e viaggiare verso altro Mondi.

Buona Meditazione e Buon Viaggio!

*(Articolo Tradotto dal blog in russo di Lenny Rossolovski http://lenny-van-ross.livejournal.com)

© 2017, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

Informazioni sull'Autore

Olga Samarina


Olga Samarina è nata nella Russia meridionale, vive in Italia da oltre 27 anni. E’ laureata in Storia e diplomata in lingua italiana (nel suo paese d’origine); è radioestesista, operatrice radionica e divulgatrice delle tecniche vibrazionali russe. E' una fra le pochissime persone in Italia a divulgare e tradurre dal cirillico informazioni dal fervente mondo olistico russo, altrimenti sconosciute in Italia. Il suo blog è dedicato a quelle tecniche russe che non hanno ancora avuto una vasta diffusione al di fuori della Russia: http://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it E' anche la referente dell' Advanced Mind Institute, che divulga le tecniche e le meditazioni neuroacustiche di Lenny Rossovolosky.

Scopri tutti gli articoli di:

Lascia un Commento