Scritto mercoledì 21 settembre 2016

In: Fisica Quantistica | Nessun Commento

Depurare la mente per sconfiggere il tempo

liberare-la-mente

Cari lettori di Quantic Magazine, questo articolo rappresenta un’anteprima della tematica che tratterò al Congresso di Psicomedicina Quantistica:, via aspetto numerosi,  tanti oratori internazionali  illustreranno come la salute possa essere potenziata e l’invecchiamento procrastinato, utilizzando la connessione consapevole con la Supercoscienza che vive in noi, orchestra le nostre cellule ed utilizza l’Energia Vitale (che ha natura quantistica) che permea l’Universo.

La percezione che la mente convenzionale ha del tempo è di tipo lineare, cioè procede dal presente verso il futuro, facendo riferimento al passato.

A livello subatomico invece le onde-particelle sembrano spostarsi costantemente nel continuum spaziotemporale senza alcun tipo di limitazione.

Questo sembra essere possibile considerando alcune premesse.

Già nel 1803 lo scienziato britannico Thomas Young (1773-1829) aveva scoperto che i fotoni di luce si comportano come un’onda, mentre Albert Einstein verso i primi del ‘900 ha dimostrato che la Luce è costituita da particelle.

Successivamente si è poi osservato che la luce a volte si comporta come un’onda ed altre come una particella. Più precisamente il fotone non osservato si comporta come un onda (perché rimane a livello potenziale, cioè una semplice potenzialità) mentre quello che riceve l’attenzione di un osservatore si trasforma in particella.

Questo fatto ha impressionato molto i ricercatori perché si è reso evidente che ad un livello sottilissimo la nostra attenzione in qualche modo crea materia e situazioni, al di là della mente razionale e al di là dei limiti di spazio e tempo.

Non a caso già negli anni ‘40 l’americano Richard P. Feymann (1918-1988), allievo di J.A.Wheeler (pioniere negli studi sulla gravità quantistica e sulla funzione d’onda dell’universo) e Premio Nobel per la fisica nel 1965, aveva mostrato che tutti i processi che si innescano a livello subatomico sono reversibili e quindi non dipendono dal tempo che, a questo livello, risulta essere per lo più irrilevante.

ISCRIVITI AL CONGRESSO: DUE GIORNI DI CONFERENZE + CONCERTO A SOLI   € 50,00  – PREZZO SPECIALE SOLO FINO AL 15 OTTOBRE ! 

D’altra parte anche il famosissimo fisico nordirlandese John Stewart Bell (1928-1990) affermava ripetutamente che le leggi quantistiche contraddicono le basi oggettive di causa-effetto perché a livello subatomico prevale l’influenza dell’osservazione soggettiva.

Ciò accadrebbe grazie al fenomeno della “non località” cioè alla capacità di un fotone di trasmettere istantaneamente un’azione ad un altro fotone senza emettere segnali (almeno quelli percepibili dai nostri sensi e dagli attuali strumenti disponibili) situato a grandissima distanza.

Quello che può apparire ancor più sorprendente, è l’aver scoperto che le particelle sanno attraversare ciò che noi consideriamo “materia solida”.  Sembra cioè che le particelle se necessario sappiamo trasformarsi temporaneamente in onda per poi ritornare particelle.

Il fatto che per la fisica quantistica ciò che noi consideriamo materiale, solido e pieno è in realtà costituito da spazio vuoto, spiegherebbe perché alcuni esseri illuminati siano in grado di elevare le vibrazioni delle proprie cellule, renderle temporaneamente onde ed essere presenti in luoghi lontani in modo istantaneo, oppure perché questi Esseri straordinari siano capaci di elevare le frequenze delle cellule altrui e provocare guarigioni e miracoli di ogni genere.

Detto ciò, dal punto di vista teorico parrebbe relativamente semplice identificare il meccanismo sottostante in grado di creare la nostra realtà.

Peccato che i processi creativi nella maggior parte delle persone sono per lo più inconsci e profondamente legati allo stato emotivo sia individuale che collettivo.

Il Concetto di Campo Quantico ( o Campo Olografico Sovramentale) è infatti psicologicamente sovrapponibile a quello Junghiano di inconscio collettivo, da intendersi come livello di coscienza che vibra nella psiche profonda non coscientemente percepito ma è condiviso da tutti gli esseri umani.

Descrivibile in altre parole è come una sorta di bacino di codici-simboli non verbali, connesso a tutte le cose, dal quale l’inconscio, altrimenti detto Supercoscienza, attinge costantemente.

Dato che la costituzione fondamentale di tutto ciò che vediamo, tocchiamo e sperimentiamo a livello subatomico è fatta di onde potenziali cioè di frequenze in attesa di essere chiamate a diventare particelle, vale la pena di approfondire la natura di tali vibrazioni per meglio comprendere come imparare ad orientare costruttivamente la nostra esistenza

APPROFONDISCI L’ARGOMETO DIRETTAMENTE CON LA D.SSA DI MODUGNO AL CONGRESSO DI PSICOMEDINA QUANTISTICA. CLICCA PER TUTTE LE INFO 

Secondo la fisica Quantistica ogni elettrone contiene inoltre tutte le qualità ed i tipi di movimenti possibili, che sono sempre disponibili a livello potenziale e che prendono forma solo se vengono osservate con un preciso gradiente di attenzione. Ovviamente guardare non basta e considerando il fatto che produciamo una maggior quota di energia vitale verso ciò che riteniamo dotato di valore, diventa sempre più importante imparare a focalizzare consapevolmente l’attenzione su ciò che desideriamo ardentemente, per dare luogo a quelle coincidenze che possono 60 coadiuvare la realizzazione dei nostri progetti.

Dal punto di vista psicologico ci viene cioè data l’occasione di sviluppare la capacità di focalizzazione. Per prima cosa dobbiamo considerare il fatto che le onde subatomiche sono paragonabili a “pacchetti di emozioni” che emettono segnali che entrano in risonanza con situazioni caratterizzate da frequenze compatibili.

Ciò che viviamo emotivamente (sia esso conscio o inconscio) può fare quindi la differenza nel mantenimento della salute o nello sviluppo delle malattie.

Il proverbio “chi cerca trova” sembra infatti essere molto più vero e sensato di quanto si possa pensare, soprattutto a livello emotivo. I contenuti emotivi determinerebbero infatti la qualità della nostra vita anche dal punto di vista fisico e questo è stato ormai reso noto e confermato anche dalla psiconeuroendocrinologia.

E infatti sempre più evidente che i conflitti inconsci possano da un lato determinare la comparsa di gravissime patologie ma anche, quando risolti o compresi, producano avanzamenti evolutivi molto produttivi oppure diano luogo a guarigioni apparentemente inspiegabili.

Purtroppo troppo spesso dimentichiamo che spazio, tempo e attività mentale sono strettamente seppur invisibilmente interconnessi.

Pensieri ed emozioni sono intrisi di spazio-tempo e pervadono la percezione, inquinando la nostra capacità di creare e determinare la nostra vita invece che subirla.

Alla Luce delle recenti scoperte della Fisica Quantistica sembra infatti che mentre la mente ha bisogno del tempo per organizzarsi, la natura ne fa assolutamente a meno.

In oriente si dice che se chiedessimo ad un albero della foresta o ad una montagna cosa è successo 3 mesi fa, ci risponderebbero che per loro la domanda non ha senso perché non esiste un prima o un dopo, ma è sempre adesso.

I processi lineari che si svolgono mediante nascita, sviluppo, vecchiaia e morte, visti dal punto di vista quantistico non sarebbero altro che una successione circolare e ciclica di trasformazioni, denominata Samsara o Danza di Shiva dai Veda, dai quali è possibile liberarsi mediante tecniche di vario genere.

Per concludere, se il tempo lineare è prodotto dalla mente, significa che la mente provoca anche il decadimento del corpo.

In India si dice che se fossimo capaci di dare alla mente (soprattutto alla ghiandola Pineale) il comando di farci rimanere giovani, essa provvederebbe ad allineare i processi metabolici in tal senso.

Il problema più grosso insito in questo intento riguarda però in quale modo comunicare tale istruzione, aggirando i dubbi della mente logico-razionale, affinché vengano prodotti i segnali biochimici adatti ad attivare il processo.

Di non secondaria importanza sarebbe anche l’obiettiva valutazione delle reali conseguenze che questa trasformazione comporterebbe nella nostra vita.

Se infatti ci si ammala per evitare di dire a qualcuno che ci è caro, quanto non riusciamo più a sopportare  le sue spigolosità caratteriali, la guarigione potrebbe comportare la presa in carico di decisioni forti e di posizioni nuove che potrebbero alterare gli equilibri dinamici pre- esistenti.

La salute e la giovinezza vanno cioè di pari passo con la purificazione della Mente Convenzionale e con lo sviluppo di una identità sana che includa la percezione delle frequenze più sottili.

Stare bene significa cioè anche imparare a dire gentilmente di no e ad assumersi la responsabilità delle proprie scelte alimentari, etiche e comportamentali. Questo può non essere così semplice per tutti. La Meditazione e l’ipnosi sono infatti solo alcuni dei modi per interrompere la linearità della mente ed indurla a funzionare in modo olografico, cioè analogico, contemporaneamente globale e analitico, similmente a quanto accade alle realtà presenti a livello subatomico.

Ma prima di arrivare a questi stadi di funzionalità è davvero indispensabile acquisire un più significativo livello di consapevolezza del proprio intrico emotivo, soprattutto di quello che dimora nella psiche profonda.

Vi aspetto numerosi al Congresso di Psicomedicina Quantistica, dove, durante la mia conferenza,verrà illustrato come e perché la salute possa essere potenziata e l’invecchiamento procrastinato, utilizzando la connessione consapevole con la Supercoscienza che vive in noi, orchestra le nostre cellule ed utilizza l’Energia Vitale (che ha natura quantistica) che permea l’Universo.

© 2016, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

Informazioni sull'Autore

Lorena Di Modugno


Si è laureata con Lode in Psicologia Clinica presso l’Università Statale di Torino e specializzata a Milano in Psicoterapia con le immagini. Dopo aver trascorso i primi anni lavorando come Communication Manager presso alcune aziende europee operanti nel settore informatico si è dedicata allo studio della psiche umana, ampliando la propria competenza musicale e pianistica (conseguita presso la Scuola Civica di Musica di Milano), specializzandosi in Musicoterapia. Ha poi frequentato corsi di alto livello presso l’ Ospedale S. Carlo di Milano, specializzandosi nell’impiego delle tecniche di Ipnositerapia e di decodifica della comunicazione non verbale. Negli ultimi anni si è dedicata inoltre con impegno allo studio della medicina naturale ed ortomolecolare e degli assunti proposti dall’alimentazione naturale e vegana. Grazie ai suoi numerosi viaggi in India, ha arricchito il proprio background freudiano con tecniche squisitamente transpersonali e quantistiche e ha potuto approfondire le proprie ricerche relative alla antichissima Scienza Vedica e alla Metafisica Himalayana. Ha inoltre praticato per anni il Raja Yoga ampliandone gli assunti di base con le strategie corporee della bioenergetica loweniana, dedicandosi successivamente al Kriya Yoga di Babaji. Autrice di libri ed articoli su alcune riviste italiane, tiene incantevoli conferenze e seminari in tutt’Italia sugli studi da lei compiuti. E’ direttrice del Centro di Psicomedicina Quantistica TM di Milano che si prefigge la diffusione della cultura Vedica e quantistica in ambito terapeutico. Della Dr.ssa Di Modugno sono disponibili i seguenti libri: - Medicina Naturale e Integrazione Complementare. Una sinergia vincente nella clinica veterinaria. ed. Tecniche Nuove - Il Potere Quantistico dell’Inconscio nei processi di guarigione. Om Edizioni - Gli Integratori per la Psiche. Om Edizioni - Dio ci vuole felici! Manuale di Psicomedicina Quantistica®vol. 1. Om Edizioni - Suoni Terapeutici. Le frequenze quantistiche e senza tempo che curano corpo mente e Spirito. Om Edizioni Libri in corso di preparazione: - Gli Integratori per l’Anima. Om Edizioni - Dio ci vuole felici! Manuale di Psicomedicina Quantistica®vol. 2 Il Centro di Psicomedicina Quantistica TM ed il suo sito web sono attualmente in fase di preparazione. La sua sede sarà disponibile nel corso del 2015 sul sito Web (www.Psicomedicinaquantistica.it) sono pubblicate tutte le attività svolte e le varie iniziative formative Per qualsiasi informazione è possibile comunque scrivere a dharmaitalia.org.pmq@gmail.com Per contattare la Relatrice : cell. 339-28.14.910 - 338-73.04.110

Scopri tutti gli articoli di:

Lascia un Commento


informazione pubblicitaria