Scritto mercoledì 22 gennaio 2014

Nuove tecnologie? In Italia mi sento ai tempi dell’Inquisizione | Intervista al Dr. Peter Schreiber

Approfondisco l’interessante argomento dell’Analisi di Frequenze con il Dr. Peter Schreiber.  Specializzato in dermatologia,  medicina quantistica e biorisonanza, magnetoterapia  ed eletroagopuntura secondo Voll (EAV), il Dr. Peter Schreiber ha continuato i suoi studi sul campo dell’Omeopatia ed Omotossicologia, Fitoterapia ed altre tecniche diagnostiche e terapeutiche non-invasive aggiungendo tali metodi al suo protocollo diagnostico-terapeutico che esegue nel suo studio medico ad Ancona. (www.biomedsrl.com).

D: Dr.Schreiber, come e perché si è avvicinato alla Medicina Quantistica ed ai rimedi, cosiddetti alternativi? 

Era negli anni ’90, quando ancora lavoravo all’ospedale come Dermatologo, quando un caro collega mi chiese se prescrivo ancora creme e pomate per curare i miei pazienti. Lui, essendo già esperto     in Medicina Complementare mi invitò ad iscrivermi ai primi corsi di Omeopatia, Omotossicologia, Biocibernetica, EAV ecc. Cosi mi si è aperto un nuovo mondo della Medicina da associare assolutamente alle mie terapie classiche. In breve tempo ho notato l’efficacia in diverse patologie  lavorando sempre di più ai livelli profondi dell’organismo e non più in superficie. Per fortuna  parlo diverse lingue, e cosi avevo l’opportunità di girare il mondo studiando e lavorando con grandi esperti del campo della Medicina Complementare. Era chiaro e quasi obbligatorio che cosi prima o poi arrivi anche alla Medicina Quantistica.

D: Di che cosa si occupa esattamente in Biomed srl?

La Biomed srl è una ditta Import-Export per apparecchiature che usano i medici che lavorano nel campo della Medicina Complementare. E’ ovvio che ci vuole una conoscenza approfondita sull’uso delle apparecchiature prima di lavorare con i pazienti. Per la Biomed srl sono il consulente scientifico che esegue i corsi per i medici che vogliono intraprendere la strada della Medicina Quantistica.

D: Che cos’è l’analisi di frequenza?

L’Analisi di Frequenza è un metodo di analisi che lavora con uno strumento di regolazione.Questa tecnologia si basa sulle correlazioni puramente fisiche e biologiche le quali, da diversi ambiti della Medicina Naturale, vengono riunite in un unico dispositivo e poi elaborate.Il principio di base consiste nella misurazione fisica delle frequenze emesse da ogni molecola dell’organismo come, ad esempio, quelle provenienti da un eritrocita, dalle ossa, dai tendini o dagli organi interni Quasi tutte le malattie vengono causate, accompagnate o rinforzate da determinate oscillazioni. Queste singole oscillazioni sono collegate tra di loro e si influenzano a vicenda. Tutte insieme formano lo spettro totale delle frequenze personali del paziente. Cosi vengono monitorate oltre 7000 frequenze che sono comparate con i valori normali.Quando nell’organismo vengono trovate delle frequenze di disturbi patologici, esse vengono precisamente riconosciute e segnalate. Successivamente il dispositivo è in grado di ridare all’organismo l’informazione, cioè la frequenza corretta, cosicché le forze di auto-guarigione vengono stimolate.

D: In cosa consiste l’apparecchio EAV? 

L’apparecchio EAV (Elettroagopuntura secondo Voll), concepito dal medico tedesco Dr. med. Reinhold Voll, è un apparecchio elettronico che misura la resistenza cutanea nei punti di agopuntura della pelle. E’ un approccio diagnostico-terapeutico che unisce la classica agopuntura alle tecnologie moderne. Fu M. D. Douglas Charles Leber, il quale già negli anni ’80  era il primo in grado di memorizzare l’informazione di migliaia di frequenze in un programma computerizzato, il quale  per me ancora oggi è il massimo dell’EAV. Ed è stato proprio lui che già all’epoca, quando per me ancora l’EAV era fantascienza, mi parlava della Medicina Quantistica nel futuro.

D: Quali malattie può curare e chi può rivolgersi a Lei per ottenere beneficio attraverso l’uso di questi strumenti?

Non esistono malattie o disturbi della salute che non possono essere affrontate con queste nuove tecnologie in quanto, usate con scienza, coscienza e conoscenza, normalmente non comportano effetti collaterali. Di solito vengono dei pazienti che hanno già provato tutte le possibilità che offre la Medicina classica senza trovare giovamento. Per loro spesso siamo l’ultima spiaggia.Fondamentalmente possono essere controllati ogni tipo di costituzione dell’organismo sia umano che animale. Questo metodo è particolarmente indicato in caso di malattie croniche che sono spesso considerate come casi terapia-resistenti.Però, come dico sempre, nessuno è in grado di fare dei miracoli. Molte volte è già un beneficio di non peggiorare lo stato di salute, di alleviare le sofferenze aumentando la qualità di vita senza creare effetti collaterali.

D: Può farci qualche esempio di persone che sono guarite e quanto dura di media una terapia?

Di esempi se ne potrebbero fare tanti. Essendo anche dermatologo in tanti anni di lavoro potrei citare molti casi di pazienti con malattie dermatologiche, allergie, dermatiti, dermatosi ecc. La pelle è lo specchio dell’interno e con queste nuove tecnologie, scoprendo la catena causale dell’eziopatogenesi, è possibile di arrivare alle origini di una patologia.La causa è spesso un semplice focus dentale non diagnosticato con indagini classici, intossicazioni da sostanze chimiche ecc. Ma nelle patologie croniche si trova quasi sempre anche una componente neuro-emozionale.

Questo è naturalmente un discorso che vale per tutte le patologie.

E’ difficile di stabilire la durata di una terapia. Dipende da molti fattori come per esempio il tipo di patologia, l’età del paziente e specialmente dalla volontà di collaborazione da parte del paziente.

D: Qual’è il primo passo che una persona affetta da una malattia dovrebbe fare per cominciare un cammino di guarigione?

Il primo passo di una persona malata è sicuramente la visita dal suo medico curante il quale prescriverà tutti gli esami di laboratorio da fare e, se necessario, verrano eseguiti altri esami strumentali diagnostici. Sono i pazienti stessi che accettano o non accettano le cure allopatiche.

Oggigiorno molte persone, prima di intraprendere un iter terapeutico, si informano quale altre possibilità esistono per combattere il loro male, e chi è al corrente delle nuove tecnologie spesso si rivolge anche a noi. Cosi gli esami già eseguiti ci danno una grossa mano, ed insieme agli esami come l’EAV, l’analisi di frequenza ecc. possiamo stabilire insieme per cominciare il miglior cammino di guarigione.  

D:Case farmaceutiche o Medicina allopatica? Come si pongono di fronte a queste nuove tecnologie? Avete mai subito pressioni o boicottaggi?

Viviamo in un paese conservatore. Perciò c’è ancora una certa resistenza da parte dei medici classici che non si sono mai interessati di queste tecnologie nuove e le respingono rigorosamente.Qualche volta mi pare di vivere ancora nei tempi dell’inquisizione ed io mi paragono con Galileo Galilei, Giordano Bruno o altri. Ma per fortuna ci sono sempre più medici giovani e, come ho notato con grande interesse, anche colleghi che vanno in pensione oppure hanno bisogno per la loro salute i quali si avvicinano e vogliono sapere di più su nuove possibilità diagnostiche-terapeutiche. Penso che ultimamente qualcosa stia cambiando, perché in qualche regione dell’Italia alcuni metodi della Medicina complementare sono state già introdotte sia a livello universitario che ospedaliero, nonostante che d’altra parte moltissimi rimedi omeopatici sono stati tolti dal mercato.Purtroppo devo dire che anch’io, come altri colleghi che lavorano in questo campo, ho subito gravi pressioni e boicottaggi. Un argomento molto doloroso sul quale potrei scrivere un libro intero.   

D: In che modo secondo Lei la medicina dovrebbe evolversi?

Molto semplice. I vari campi delle Medicine cosiddetti complementari, come per esempio l’Omeopatia, Fitoterapia, Medicina quantistica ecc. dovrebbero essere affiancati alla Medicina allopatica collaborando e lavorando insieme uno coll’altro e non uno contro l’altro.

Se le cose non cambiano, sarà molto difficile e solo un sogno futuristico per l’Italia, intraprendere questa strada nonostante che siamo già arrivati alla Medicina del Futuro.

 

Per approfondimenti: www.biomedsrl.com

Contatta il Dr. Schreiber alla email: peter@biomedsrl.com 

Per info su incontri e conferenze sulla medicina quantistica : www.psicomedicinaquantistica.com

© 2014, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

Informazioni sull'Autore

Alessandra Gianoglio


Autrice di narrativa, blogger, appassionata di musica e di materie evolutive, il suo primo eBook, "Sette Racconti Brevi per il tuo Cuore", ha collezionato oltre 150.000 downloads. E' disponibile anche il suo secondo libro, sempre in formato eBook, "Sette Racconti Brevi per il Tuo Cuore - Vol.2 ". E' autrice anche del saggio di controinformazione " Michael Jackson | l'Agnello al Macello", scritto a quattro mani con Gessica Puglielli, che rappresenta un lucido ed oggettivo resoconto sulla figura di Michael Jackson e che in Italia è stato un caso editoriale, arrivando anche alla trasmissione "Mistero" di Italia 1. Vegana, tendenzialmente crudista, è co-fondatrice di www.veganmama.it, uno shop on line dove potrai trovare solo alimenti vegetali, 100% vegan, ma anche superalimenti vegani crudisti. Un luogo dove vivere una nuova ed entusiasmante esperienza vegan! Visita il suo blog personale: www.alessandragianoglio.com.

Scopri tutti gli articoli di:

Lascia un Commento