Published On: gio, Apr 2nd, 2015

Chromosonterapia: Spirito e Materia per “guarire”

chromoson

Essendo sempre in movimento per raggiungere il mio “centro”, la “casualità” questa volta mi ha portato sulla strada della Chromosonterapia; essa è una terapia naturale ed energetica, basata su suoni, colori e vibrazioni.
Sviluppatasi negli anni ’80 in Belgio, è riconosciuta come cura ufficiale in Svizzera ai giorni nostri.
Non bisogna lasciarsi ingannare dal nome, infatti, non ha nulla a che fare con i cromosomi, ma il suo nome deriva da colore “Chroma” (in Greco) e suono “Son” (in lingua francese), infatti, ad agire sui “corpi” dell’uomo, è un mix tra vibrazioni, suono e colori, abbinati in alcuni casi anche all’aromaterapia.
L’apparecchiatura ha struttura in ottone ed è composta dall’unione di più piramidi; nella prima parte viene prodotto un suono con cadenza regolare che trasmette vibrazioni alla seconda parte, formata da una doppia piramide, nella quale sono inseriti otto vetri colorati.

La vibrazione del suono si unisce così con la vibrazione dei colori, e questa ricca energia viene trasmessa ad una terza struttura, con punta piramidale, dove viene mescolata e armonizzata all’energia del nostro sistema solare. Questa energia finale viene trasmessa ai plessi e alle cellule del corpo umano attraverso due “braccia”, che terminano con due campane. Ogni 10/15 minuti queste campane vengono spostate sui vari punti del corpo (mai a contatto con esso) a seconda dei casi da trattare.

 

Chromosonterapia

Il Macchinario Chromoson

La Chromosonterapia è applicabile ad ogni fascia di età e utile per ogni problematica, perché agisce su corpo, mente e spirito in modo mirato; unica controindicazione è per persone che hanno pacemaker, in quanto il suo ritmo risulta essere simile a quello di Chromoson, e si teme si possano creare interferenze.
Io ho sperimentato questa apparecchiatura presso lo studio BioSana di Daniela Molinari a Brescia. Il trattamento è durato circa un’ora e mezza; durante questo periodo, a seconda del plesso su cui mi venivano posizionate le campane, percepivo sensazioni fisiche diverse e in alcuni casi ho avuto immagini di ipotetiche vite passate, che mi chiarivano alcune problematiche, ancora attive nella mia realtà, per le quali chiedevo all’Uno la risoluzione immediata.
Non tutte le persone percepiscono immagini o particolari sensazioni, ma in ogni caso la macchina agisce su di noi ad ogni livello.
Per ora mi sono sottoposta solo ad una seduta, ma ho comunque notato miglioramenti nella mia vita, non so se dovuti al trattamento o al fatto che era scritto che io avessi un’evoluzione nel mio cammino, in ogni caso tutto fa, e se sono capitata lì, di sicuro la mia anima necessitava anche di quel tipo di energia per poter evolvere.
Di solito viene consigliato un ciclo di dieci sedute, ma ne può bastare anche una sola.
In questo periodo storico, percepisco in me e nelle persone con le quali lavoro a livello energetico, la necessità di unire materia e spiritualità. Se dopo lunghi periodi storici rappresentati principalmente dalla materia, abbiamo vissuto periodi in cui sentivamo il bisogno di nutrirci solo di luce, di Spirito, di sentirci connessi solo con l’Uno, ora secondo me abbiamo il desiderio di sperimentare e ricordare che, in questa esperienza Terrena, siamo a metà tra Spirito e materia e di entrambi abbiamo bisogno per “vivere” il nostro equilibrio.
Chromoson è uno dei pochi strumenti esistenti, che rappresenta questa unione di connessione universale trasmessa attraverso la materia.

© 2015, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

About the Author

Michela Salotti

- Michela Salotti nasce a Piacenza (Italia) nel 1974 da due amanti del fumetto che le trasmettono geneticamente questa passione. Crescendo ha la fortuna di diventare amica di Giovanni Freghieri, suo concittadino e disegnatore di Dylan Dog, che le insegna le basi di questa arte. Nei primi anni di carriera si è occupata prevalentemente di illustrazioni per libri e nel 2007 ha esordito col suo primo fumetto autobiografico che parla di tecniche energetiche. Ha collaborato, con la casa editrice Renoir Comics come colorista e attualmente collabora come autrice ed illustratrice, per la casa editrice Uno Editori. Dal 2010 collabora con Genitori Channel come illustratrice per video informativi e con alcuni registi, sceneggiatori ed attori italiani come story board artist; dal 2011 ha esordito come sceneggiatrice di corto metraggi. Nel 2012 ha cominciato la collaborazione come grafico, autore e illustratrice per Fabbroni Edizioni. Michela è affascinata dal “mondo invisibile” e dai misteri dell’inconscio, questo l’ha spinta a ricercare se stessa attraverso un lungo lavoro di “pulizia personale” che l’ha portata a sperimentare alcune tecniche energetiche tra le quali: Reiki, Theta Healing, Meditazione Merkabah, EFT, il metodo sciamanico Medicina per la Terra, Stimolazione Neurale, lettura dei registri Akashici, Summa Aurea, interpretazione delle rune, ha frequentato un workshop di Ipnosi Regressiva con Brian Weiss e altro ancora. Ama trasmettere cio’ che più le è servito attraverso i suoi libri.

Lascia un Commento