Published On: mar, Giu 2nd, 2015

21 GIUGNO Giornata Mondiale dello Yoga | Significato ed eventi da non perdere

OOOOOOMMMMM

Non c’è dubbio, Giugno 2015 è il Mese dello Yoga per eccellenza e sarà un mese di enormi potenziali per ciascun percorso di autorealizzazione e per l’evoluzione globale. L’Onu ha proclamato il 21 giugno “Giornata internazionale dello Yoga” accogliendo una richiesta presentata in settembre dal primo ministro indiano Narendra Modi.  È un evento di portata storica se si pensa all’importanza dello Yoga quale strumento pratico per godere di una vita più salutare in tutti i sensi (fisico, emotivo, mentale, spirituale). Al di là di qualsiasi reinterpretazione moderna, infatti, l’essenza rivoluzionaria di questa antichissima disciplina-scienza-scuola di vita di oltre 4000 anni rimane coraggiosamente questa: sperimentare stati di profondo benessere è un diritto dell’uomo  e un dovere per l’intera umanità dal momento che siamo tutti collegati; se miglioriamo le nostre condizioni di vita, facciamo un gran bene a chiunque ci circonda, un effetto domino molto virtuoso che si può leggere tra le righe del famoso mantra  OM TAT SAT, Tu sei Quello.

L’Unione è la parola che sintetizza lo Yoga, parola che proprio questo letteralmente significa (dalla radice sanscrita “yug”, “legare”). Unione che vuol dire integrazione, armonia degli opposti, consapevolezza,  integrità, intensità di vivere qui e ora. E dunque, azione concreta nella quotidianità. Se ancora qualcuno associa le pratiche yoga a una mistica ascetica slegata dal resto del mondo, può prepararsi a cambiare idea definitivamente. E’ uno degli equivoci maggiormente in voga negli ambienti di ricerca, spirituali e non. Provate a stare chiusi in una stanza con un gruppo di persone tutte per qualche motivo arrabbiate, che emanano collera e aggressività senza averne il benché minimo controllo. Il loro stato d’animo (stato dell’anima = Coscienza) influenzerà il vostro humus emozionale più di quanto possiate immaginare. E questo vale, ovviamente, anche al contrario: tutti insieme appassionatamente in una stanza in cui la presenza mentale vigila su qualsiasi emozione procurando un contagio di sicuro più piacevole. Agire sulla Coscienza o piano spirituale (invisibile), insomma, vuol dire agire contemporaneamente anche sul piano materiale. Lo conferma anche la fisica quantistica, ora. Lo Yoga lo affermava, e sperimentava già 5000 anni fa!

Fa ben sperare, dunque, il “contagio energetico” che potrà esserci il 21 giugno – che tra l’altro è il Solstizio d’estate (il Sabbat della Luce e del Sole, il giorno più lungo dell’anno) – quando in tutte le parti del mondo gruppi più o meno vasti di persone si riuniranno nel nome dello Yoga emanandone l’essenza di condivisione e gioia (per l’Italia, segnalo qui qualche evento in programma il 21 giugno e nei giorni a seguire).

Mi piace concludere con le parole di un grande maestro indiano, Swami Sivananda, con l’invito a non credere nemmeno a una di queste affermazioni senza averle  sperimentate personalmente.
È questo l’inizio della vera libertà.

COSA E’ LO YOGA?
“Lo yoga è un perfetto sistema pratico di autosviluppo. Lo yoga è una scienza esatta. Esso mira allo sviluppo armonico di corpo, mente e anima. Yoga è l’allontanamento dei sensi dall’universo oggettivo e la concentrazione della mente all’interno. Yoga è vita eterna nell’anima o Spirito. Lo yoga mira a controllare la mente e le sue modificazioni. Il sentiero dello yoga è un sentiero interiore la cui porta è il vostro cuore. Yoga è disciplina della mente, dei sensi, del corpo fisico. Lo yoga aiuta nella coordinazione e nel controllo delle forze sottili dentro il corpo. Lo yoga porta perfezione, pace e felicità eterna. Lo yoga può aiutarvi nelle vostre attività e nella vostra vita quotidiana. Con la pratica dello yoga, potete avere sempre la tranquillità di mente; potete avere un sonno riposante; potete avere maggiore energia, vigore, vitalità, longevità e un alto grado di salute. […] L’aspirante, nel sentiero dello yoga, dev’essere umile, semplice, gentile, puro, tollerante, compassionevole e cortese. […] Lo yoga non consiste nel sedere a gambe incrociate per sei ore o nel fermare il polso o i battiti del cuore o nel farsi seppellire sotto il terreno per una settimana o un mese.Lo yoga è principalmente un processo di sviluppo interiore. Vivete una vita di non attaccamento e di mancanza d’egoismo. Cercate di controllare le vostre emozioni e i vostri impulsi. Non siate prepotente; siate umile, garbato e cortese. Non siate geloso della prosperità di un altro; non siate pessimista. Non cercate di diventare famoso o prospero alle spese degli altri. Analizzate i vostri moventi. Scrutate i vostri pensieri. Indagate nella natura delle cose. Non correte dietro il falso splendore del mondo. Controllatevi. Rinunciate agli agi e ai lussi personali, se con ciò potete essere d’aiuto a un altro. Ricordate sempre la vostra essenziale natura divina. Questo è il processo dello yoga”.
(Swami Sivananda, “Kundalini Yoga”)

A proposito di YOGA, altri spunti
10 IMPERDIBILI LIBRI DI YOGA
B.K.S. IYENGAR 10 PERLE DI SAGGEZZA
YOGA, COME INIZIARE E PERCHÈ
YOGA: KARMA, L’EFFETTO DELLA SCELTA
YOGA KUNDALINI SHAKTI E L’ENERGIA DEL RISVEGLIO
IL LINGUAGGIO NASCOSTO DELL’HATHA YOGA
ECUADOR, PACHAMAMA E YOGA ANDINO
YOGA E REINCARNAZIONE, LA VIA DELLO SPIRITO

© 2015, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

About the Author

Cecilia Martino

- Nasco a Roma sotto il segno della Vergine. Anno 1976. Mi laureo in Lettere prima e in Filosofia dopo con una tesi dal titolo: "Poesia. Immagini dialettiche. La ricerca linguistica dell'indicibile". Approfondisco nel tempo i temi della Comunicazione linguistica e dell’Estetica coltivando, in particolare, una connaturata vocazione alla scrittura creativa e mitopoietica. Negli ultimi anni ho pubblicato 4 libri, la raccolta di poesie “illogicaMente” e alcuni saggi nella rivista di settore “Philosophema”. Studio e pratico Yoga, spiritualità e discipline orientali. Negli anni ho affrontato svariati studi di tutti gli Yoga classici, sia dal punto di vista pratico che teorico, frequentando seminari di approfondimento su Veda, Purana, Upanishad, Ayurveda, Sciamanesimo e Meditazione ad approccio Immaginale (con Diploma per Istruttori metodo IMMAN – Imaginal Mindfulness Meditation Approach Nontherapy- conseguito nel 2016). A Settembre 2016 conseguo il Diploma per Insegnanti Yoga rilasciato dalla Scuola Yoga Shanti Vidya SVYASA (Swami Vivekananda Yoga Anusandhana Samsthana) con una tesi dedicata a uno dei più grandi grandi filosofi e maestri spirituali dell’India moderna, Sri Aurobindo, infaticabile ricercatore e sopraffino poeta, nonché padre dello Yoga Integrale, uno yoga che supera lo yoga stesso in quanto vera e propria visione rivoluzionaria dell’esistenza! Professionalmente mi occupo di editoria web da oltre 10 anni, dal 2005 sono iscritta all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, ma il mio vero Lavoro è quello della ricerca interiore messa al servizio della crescita personale e collettiva. Attualmente vivo a Torino. Ho aperto un Blog dal titolo “Il mestiere del dare” ispirato alla condivisione della Gioia, uno stato creativo dell'essere di cui tutti dovremmo essere "portatori sani". Imprese memorabili: Vivere nel mondo ma non essere del mondo Il mio motto: Io mi contraddico. Sono ampio. Contengo moltitudini (Walt Whitman) http://ilmestieredeldare.blogspot.it/

Lascia un Commento