Published On: ven, Mag 23rd, 2014

Farmacie Vegane: è possibile? Approfondimento con il presidente di AssoVegan Renata Balducci

PharmaVegana

Red Canzian e Renata Balducci alla presentazione di Pharma Vegana

PharmaVegana è, in breve,  la prima rete italiana che raggruppa i farmacisti con una Formazione specializzata e un’offerta di servizi e proposte specifica per questo settore. Il progetto è stato presentato il 9 Maggio a Cosmofarma (Bologna Fiere): l’accordo tra PharmaVegana, VeganOK  e  AssoVegan (Associazione Italiana Vegani Onlus) prevede la collaborazione e lo scambio di visibilità attraverso gli strumenti operativi e informativi delle due realtà. L’accordo prevede inoltre l’inserimento nei corsi formativi di PharmaVegana di interventi sulle “Motivazioni etiche della scelta Vegan” tenuti da Renata Balducci, Presidente di AssoVegan.

PharmaVegana è ad oggi, un’ un’iniziativa unica nel suo genere che unisce i farmacisti che hanno accettato di seguire un percorso di formazione pluriennale per andare incontro alle esigenze dei vegani, delle loro scelte nutrizionali ed etiche.

Siccome l’argomento è piutttosto delicato, approfondiamo alcuni temi direttamente con Renata Balducci, presidente di AssoVegam e promotrice di questa iniziativa.

D: Renata, in che cosa consiste questo progetto nel dettaglio?

R: Il progetto prevede la formazione dei medici alle esigenze e scelte vegan. In particolare i medici  aderenti all’iniziativa e formati, sapranno dopo il corso che le persone vegane non utilizzano derivati animali da uccisione, sfruttamento e ovviamente farmaci classici testati su animali. Quindi, ad esempio, per un intestino irregolare non proporranno Falqui ma, ad esempio, Pitaya… Frutto essiccato bio e al naturale.

Anche per i vegetariani e vegani che abbiano qualche carenza alimentare, magari data da un periodo di stress, o per chi semplicemente non abita in aperta campagna ma in città inquinate, o fa un lavoro stressante, etc…siamo vegani ma siamo umani, è vero, ci ammaliamo di meno grazie proprio alla nostra alimentazione più equilibrata, ma può capitare, come possono capitare carenze. Con PharmaVegana potremmo avere consigli e accorgimenti da personale specializzato che ci proporrà solo accorgimenti e suggerimenti naturali, etici e vegani.

D: Quindi quasi una formazione “vegana” specifica per farmacisti e simili?

R: Si tratta semplicemente di un progetto che farà conoscere il mondo vegan ai farmacisti , così nessuno al momento di andarci per un mal di gola ci proporrà miele e propoli… o prodotti testati su animali.

D: Quindi i vegani si ammalano come tutti gli altri?

Anche ai vegani, sebbene più raramente, può capitare di avere mal di pancia, mal di testa, stanchezza, mal di denti, tosse o raffreddore come i comuni mortali… Come dicevo prima, molto meno degli altri, ma se capita? È giusto che ci sia modo di dare alle persone vegan anche la possibilità di trovare un riferimento in farmacia che conosca questa  scelta compiuta sia in tema di alimentazione, sia in tema di etica.

D: Perciò un progetto ad ampio respiro non solo mirato all’assunzione di integratori alimentari?

Una persona vegana ha statisticamente meno bisogno di integrare la propria alimentazione e se questo succede, probabilmente è dovuto ai ritmi ed agli ambienti di vita e di lavoro. Gli integratori non sono un prodotto particolarmente usato dai Vegani, ma se per motivi esterni questo si rende necessario, è giusto che il personale della farmacia sia formato per poter consigliare prodotti privi di ingredienti animali e non testati su animali.

D: I prodotti vegani costeranno di più rispetto agli altri?

Il progetto PharmaVegana non si occupa di vendere o suggerire prodotti, ma di formare i farmacisti. Personalmente non mi risulta e non vedo il motivo per il quale prodotti che non contengono ingredienti animali e che non sono testati su animali debbano costare di più, anzi, mi sembra ragionevole che abbiano un costo più basso e se PharmaVegana contribuirà a far acquistare prodotti più naturali ed etici invece dei medicinali classici, questo non potrà che contribuire ad abbassarne il prezzo.

D: Siccome molti farmaci, quasi tutti, sebbene privi di ingredienti animali, sono però testati su animali, come farà il vegetariano e vegano ad essere certo che il farmaco acquistato non abbia provocato sfruttamento o sofferenza degli animali?

Ecco questo è un aspetto molto importante perché purtroppo c’è molta disinformazione in giro. Innanzitutto bisogna sapere che tutti i medicinali sono obbligatoriamente testati su animali (anche se è una pratica inutile ed antiscientifica purtroppo la legge, ad oggi, così impone) ed anche questa è un’informazione che grazie a Pharma Vegana i farmacisti dovranno dare spostando l’attenzione dai tradizionali farmaci a prodotti di tipo erboristico o simile. Per noi è fondamentale che il farmacista informi correttamente i propri clienti Vegani affinché ognuno possa liberamente e consapevolmente prendere le proprie decisioni su cosa fare.

D: Non si rischia di fare passare il messaggio che i vegani abbiano bisogno di farmaci come tutti gli altri?

Tutt’altro. E’ ormai risaputo che un vegano gode di salute migliore di un onnivoro, vive mediamente più a lungo, ma soprattutto non passa gli ultimi anni della propria vita sotto effetto di medicinali per nascondere i sintomi di un’alimentazione errata a base di carne e latticini. Ormai questa è la posizione ufficiale della medicina, anche se purtroppo è vero che ci sono ancora medici con una formazione più romota ed  antiquata, o non aggiornati che purtroppo per la salute dei propri pazienti, continuano a suggerire di mangiare sostanze evidentemente tossiche come, appunto, carne e derivati del latte.

D:  Di certo avvicinare il mondo medico tradizionale al veganesimo è un buon modo per espandere la cultura vegan  anche attraverso una via “ufficiale”, ma così difficile e chiusa come la medicina tradizionale. Come sono state le reazioni dei farmacisti al progetto?

Beh, le reazioni sono state ottime. Ci risulta che molti farmacisti abbiano già scelto di intraprendere questo percorso formativo e questo non potrà che portare buoni frutti alla salute di tutti i loro clienti.

Per ulteriori info:

www.pharmavegana.it

www.assovegan.it

© 2014, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

About the Author

Alessandra Gianoglio

- Autrice di narrativa, blogger, appassionata di musica e di materie evolutive, il suo primo eBook, "Sette Racconti Brevi per il tuo Cuore", ha collezionato oltre 150.000 downloads. E' disponibile anche il suo secondo libro, sempre in formato eBook, "Sette Racconti Brevi per il Tuo Cuore - Vol.2 ". E' autrice anche del saggio di controinformazione " Michael Jackson | l'Agnello al Macello", scritto a quattro mani con Gessica Puglielli, che rappresenta un lucido ed oggettivo resoconto sulla figura di Michael Jackson e che in Italia è stato un caso editoriale, arrivando anche alla trasmissione "Mistero" di Italia 1. Vegana, tendenzialmente crudista, è co-fondatrice di www.veganmama.it, uno shop on line dove potrai trovare solo alimenti vegetali, 100% vegan, ma anche superalimenti vegani crudisti. Un luogo dove vivere una nuova ed entusiasmante esperienza vegan! Visita il suo blog personale: www.alessandragianoglio.com.

Lascia un Commento