Published On: mar, Nov 27th, 2018

La Vera Forza oltre la paura

La Vera Forza - Igor Bragato

Ci hanno abituati a pensare che l’espressione di forza abbia a che fare con il dominio. E che il dominio di qualcosa o nei confronti di qualcuno, sia sinonimo di valore. Pertanto la forza, secondo questa logica, è la misura della capacità di dominio che a sua volta è la misura del nostro valore che in linea teorica dovrebbe determinare il nostro successo.

Questo è il processo di emanazione di quello che la massa chiama forza:

espressione di forza > dominio > valore > successo

…e idealmente si dovrebbe creare un circolo virtuoso che dovrebbe massimizzare il nostro successo.

Tuttavia conosco numerosi persone forti… forti personalità, instancabili lavoratori, brillanti menti, geniali uomini d’affari, manager capaci e ambiti che sono infelici, insoddisfatti, frustrati, ammalati, già vecchi a quarant’anni.

Esprimono una certa forza in tutto quello che fanno o quasi. Vengono rispettati, imitati e in taluni casi anche temuti per questo. E’ difficile mettere in discussione tutto ciò se non si cambia prospettiva, se non si stravolge l’ordine.

Proviamo insieme a comprendere meglio che cos’è la vera forza e perché ritengo che queste persone non siano affatto forti ma molto, molto deboli, impaurite e letteralmente braccate dai propri demoni interiori.

Cos’è dunque la vera forza?

La vera forza è una emanazione della nostra presenza, ovvero della nostra capacità di essere esattamente nel qui ed ora.

Gli stessi soggetti “forti” di cui parlavo prima, avendo io scritto un libro, capita che mi avvicinino, per parlare. Mi fanno domande, chiedono consigli e procedure ma quasi mai capita che sfuggano ad una conseguenza: il pianto. Si, avete capito, piangono. Quando scendiamo in profondità, quando parliamo anima ad anima; e le paure, i risentimenti, il magma emozionale emerge. Li, in quel momento, si apre nella loro percezione una breccia e finalmente iniziano ad essere un po’ più presenti e le informazioni che gli trasmetto iniziano a fare il loro dovere.

Manifestiamo il dolore e le esperienze traumatiche nelle nostre vite perché spesso pensiamo di auto-proteggerci evitando di affrontare le paure, così, siamo costretti ad evolvere attraverso la sofferenza. Non abbiamo “ucciso il mostro” finché era piccolo e quel mostro, da preda è diventato predatore e ci è venuto ad affrontare.

L’aspetto positivo dello scenario è che quel mostro lo controlliamo noi e nessuna paura che ci troveremo ad affrontare sarà mai più grande di noi stessi, della nostra Vera Forza. Abbiate coraggio dunque perché la vittoria è già in tasca!

La perfezione dell’ecologia evolutiva sarebbe idealmente l’arrivare a pagare il prezzo prima che il dolore si impadronisca delle nostre vite. Ovvero, andare a cercare volontariamente i nostri punti deboli, le nostre paure e i nostri limiti ed affrontarli come se non ci fosse un domani. Osservarli. Silenziosi. Privi di giudizio. Lì, di fronte alle nostre paure, attraverso l’osservazione silente, possiamo “continuare a spingere”, come dicono gli americani, e finalmente, grazie a quella pressione, possiamo spezzare le catene che ci impedivano di evolvere.

Si dice che il successo sia al di la delle nostre paure. E’ proprio così. Molto spesso tuttavia scegliamo, come quelle “forti” personalità di cui parlavamo prima, di rimandare il piccolo dolore per un piacere temporaneo. Ignorando il fatto che un giorno, quella paura tecnicamente ci potrebbe distruggere nel vero senso della parola.

Quando dialogo con persone fortemente intrappolate dalle paure devo stare attento perché identificarsi con le loro situazioni è un attimo e sarebbe la fine per entrambi. Rischierei di perdermi anch’io in quel caos. Mi identificherei. Noi tutti, quando abbiamo l’onore di interagire con il prossimo, dovremmo mantenere l’attenzione sulla Vera Forza. Non solo allo scopo di diventare immuni a qualunque tipo di manipolazione ma soprattutto per essere liberi e goderci la vita appieno. Un uomo davvero libero che emana Vera Forza aiuta la comunità in modo silenzioso e tanti come lui possono cambiare il mondo.

Ecco perché nella frase contenuta nel mio libro LUCE parlo di evoluzionari!

Andiamo adesso a chiarire qual’è la Vera Forza.

Il dominio e il valore come lo intende la massa sono stupidaggini inventate nei millenni solo per soddisfare l’ego di persone incomplete, confuse e perse. Nessuno può dominare nessuno, ci si può illudere di poterlo fare ma non durerà a lungo e il contraccolpo sarà tremendo. Il vero dominio è una questione interiore, si tratta di affrontare i nostri demoni (paure, traumi, sensi colpa, dubbi…) e trasformarli in Luce (presenza). Io preferisco chiamarlo governo piuttosto che dominio. E’ una questione di vita o di morte, Amici. Il valore va ricercato proprio dentro noi stessi. Noi siamo eroi impavidi, potenti, invulnerabili (sul serio) ma non ce lo ricordiamo più. Ci facciamo ipnotizzare costantemente da quello che ci circonda e perdiamo il controllo, ci frammentiamo in mille pezzettini e perdiamo giorno dopo giorno la chiarezza d’intenti, il potere di materializzazione del sogno e cosa terribile, la nostra libertà.

Vediamo adesso il processo di emanazione della Vera Forza:

presenza (qui e ora) > sogno > materializzazione del sogno > successo

La materializzazione del sogno è il successo e quest’ultimo è virale. Non solo crea un vero circolo virtuoso privo di illusione ma è contagioso. I sogni realizzati, la libertà e la forza riconquistate sono affascinanti a livello conscio quanto inconscio. Ispirano. Rivoluzionano. Compiono miracoli.

Chi governa la propria Forza Interiore è irresistibile, è il vero individuo.

Un individuo (dal latino individuus) è indivisibile e forte per definizione perché non dipende da nessuno, è privo di paure, ha risolto i propri traumi e vive nel qui ed ora perché non è più frammentato a livello percettivo nel passato.

Il mondo è pieno di non-individui che emanano finta forza e che ostentano un dominio di plastica che non durerà per più di un alito di vento.

Amateli in silenzio. La Vera Forza vive la sua massima espressione proprio in esso.

Siate, per loro, l’esempio più grande di coerenza, saggezza, compassione, Amore e presenza, consci del fatto che non sono coscienti di quanto sono controllati dalla paura, della loro dipendenza dal dolore e dall’arma che usano per sfuggire: il dominio.

Per concludere, solo un vero individuo può resistere al tempo perché agisce in assenza di esso. Agire nell’assenza di tempo significa compiere azioni nel qui ed ora, in massima presenza.

Allora le azioni compiute diventeranno leggenda, i sogni più sfrenati realtà, l’Amore per la vita inarrestabile.

Questa è la Vera Forza.

© 2018, Quantic Magazine. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione della redazione. Tutti i diritti riservati.
Per eventuali richieste contattare la redazione: redazione@quanticmagazine.com. Grazie.

About the Author

- Igor Bragato, nato ad Asti il 26 dicembre 1974, fondatore del gruppo Quantic, ricercatore e appassionato di olistica, metafisica, tecniche di evoluzione spirituale ed “alternative healing", è da poco passato all'alimentazione vegana crudista dopo anni di alimentazione vegan. Nel dicembre 2009 pubblica il suo primo libro come autore, "Luce: Appunti di Viaggio per la Tua Anima" che riscuote un ottimo successo e viene tradotto in Inglese e distribuito sul mercato internazionale digitale. Altre opere: l'e-book "Curva o Rettilineo?", disponibile sul mercato iTunes e il recente e-book "Il Metodo della Scala". Vive a Londra.

Lascia un Commento